sergiofara

31 Gennaio 2021

Nessun commento

Pagina iniziale Il Mio lavoro

Come riconoscere un vero Wedding Planner?

Come riconoscere un vero Wedding Planner?

Dopo aver fatto chiarezza su quanto possa essere fondamentale affidare ad un wedding planner l’organizzazione e il coordinamento di un matrimonio, ritengo sia doveroso soffermarmi sulle caratteristiche che tale figura sia necessario debba avere.

Affinché, infatti, tutte le coppie siano non solo convinte di rivolgersi ad un professionista che si dedichi in toto all’organizzazione di un evento così importante, ma anche consapevoli della decisione specifica di quale wedding planner li accompagni alle nozze, è bene che vengano riconosciute sei caratteristiche fondamentali:

  • Metodo e sicurezza: la professionalità è contraddistinta dal metodo utilizzato, senza il quale è impossibile procedere con sicurezza alla pianificazione dell’evento nozze. Tale sicurezza viene poi trasmessa alla coppia di sposi, che devono riuscire a sentirsi più rilassati possibile (per quanto possano) grazie al lavoro che il planner professionista compie.
  • Pro-attività: Perché insisto sul temine professionalità? Perché se questo tipo di attività non venisse gestita senza un minimo di spirito imprenditoriale (ciò che si vende non è solo il proprio tempo, ma prima di tutto i propri servizi) e una dose di piacevole pro-attività andrebbe a decadere la stessa credibilità e autorevolezza dell’organizzatore di matrimoni.
  • Stile: Ogni wedding planner ha un personale metro di stile su cui basarsi, e sua volta anche una squadra di fornitori di fiducia, che lo rispecchino assieme alla sua personale attenzione e cura del dettaglio; deve sapere emergere con anche una sola caratteristica che lo differenzia dalla media di competenze dei colleghi: questa differenza può colpire oppure no e ciò può condurre alla sua scelta piuttosto che no.
  • Pazienza e calma: fondamentale per non cadere in momenti di disarmante uscita dal ruolo: ciò denoterebbe anche l’indisponibilità al non essere coinvolti nella situazione di chi si rivolge ad una figura professionale come questa.
  • Empatia e ascolto attivo: per questo se si riesce a porre le giuste basi affinché i futuri sposi possano aprirsi, attraverso un atteggiamento neutro (sopratutto inizialmente), ma propenso a raggiungere un buon livello di confidenza (senza mai eccedere), facendo breccia sul fattore emozionale che quell’esperienza può dar loro, si riesce a conferire il giusto valore a ciò che il w.p. fa per loro.
  • Spirito di negoziazione: Basandosi sui desideri degli sposi è giusto che il wedding planner professionista sappia mediare tra diverse possibilità di scelta, confrontandole e confrontandosi con i committenti in maniera tale da raggiungere la soluzione migliore.

Quando Voi, futuri sposi riconoscete nel vostro wedding planner queste caratteristiche, state certi che durante l’anno/anno e mezzo in cui avrete a che fare con questa figura professionale riuscirete a vivere molto più sereni rispetto a ciò che si prospetta durante una classica organizzazione “home made”.

Che ne pensate? Potrei fare a caso vostro?

Scopriamolo assieme e per qualsiasi chiarimento non esitate a contattarmi!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *