sergiofara

23 Febbraio 2021

Nessun commento

Pagina iniziale I consigli di Lace & Love

Pietre preziose e pegni d’amore tra mode e tempi infiniti

Pietre preziose e pegni d’amore tra mode e tempi infiniti

San Valentino è passato da qualche giorno e forse qualcuno di voi avrà appena vissuto l’ebbrezza di dichiararsi per tutta la vita, oppure ci sta pensando. Molto bene! Avete anche pensato quale sarà la pietra che farà brillare l’anello come promessa del vostro eterno amore?

Mi rivolgo dunque soprattutto a chi chiederà di farsi porgere la mano sinistra alla propria amata (o amato): quello della richiesta di matrimonio rappresenta un momento irripetibile per unicità ed emozioni, per questo è consigliabile scegliere con attenzione quale messaggio mandare proprio attraverso le pietre, che da sempre hanno reso preziosa l’espressione della simbologia legata all’amore attraverso significati profondi, incastonati in quell’anello dal tempo infinito.

Solitario con zaffiro. Foto da Pinterest

In questo articolo vorrei dunque trattare il significato, la personalità e la magia che le gemme donate come pegno d’amore per antonomasia possono avere, concentrandomi principalmente sulle cinque maggiormente scelte per la vostra proposta di matrimonio: dall’ambitissimo, classico e duraturo trionfo del brillante (diamante), allo zaffiro simbolo di fedeltà, fino all’acquamarina (simbolo di un matrimonio duraturo e felice), passando dalle 59 sfumature smeraldo (dal colore tipicamente icona di speranza, ma non solo), e dal rubino (da un pigmento che conduce tipicamente a pensare all’amore ardente, da non confondere con la lussuria repressa grazie alla sua influenza).

La storia del pegno d'amore

Il pegno d’amore ha una lunga e affascinante storia che si alterna negli anni tra mode, tendenze e tradizioni. Pensate che in passato la dichiarazione d’amore era simbolicamente sugellata dal dono di una mela cotogna (come racconta Plutarco parlando delle giovani Spartane) all’amata da parte dell’aspirante marito, tradizione legata alle culture greca (era un frutto consacrato ad Afrodite, simbolo di fecondità) e babilonese.

Doni come questo anticipavano la promessa di una vita assieme, siglata nel corso del tempo da un più impegnativo gioiello, che poteva essere non solo un classico anello (l’antichissima origine della fede come sigillo d’amore risale all’epoca barbarica, fino a giungere ai giorni nostri), ma anche il cuore trafitto dalle “frecce di cupido”, alato, piuttosto che incoronato, o medaglioni con all’interno ciocche di capelli o ritratti in miniatura di chi si dichiarava, come cammei con pietre intagliate da rappresentazioni di divinità mitologiche, eroi del mondo classico (ricordiamo a tal proposito che in età neoclassica i cammei in ceramica di Josiah Wedgwood, che come Madame de Pompadour rilanciò la moda delle pietre incise): oggetti particolari per quanto molto affascinanti, che hanno ormai perso un particolare appeal nei confronti del pubblico contemporaneo.

Cammeo di epoca vittoriana. Foto da Pinterest

I significati delle gemme più conosciute

Partiamo dunque dalla gemma più sognata e desiderata dalle promesse spose degli ultimi due secoli: l’etimologia del suo nome ci sa già dire tanto su quanto il diamante (dal greco “adamai”, ossia forza indomabile) possa rappresentare la perfetta metafora dell’amore eterno, sconfinato, puro e indistruttibile che vuole garantire e testimoniare con la propria lucentezza agli occhi di tutti.

Lo zaffiro è considerato come gemma che simboleggia la saggia verità, unitamente alla reciproca e leale comprensione, per questo anche la fedeltà alla base di un sereno rapporto. Quanto al significato dell’acquamarina, con le sue tonalità del cielo fonte di luce e del mare, si rende preferibile il suo dono proprio il giorno delle nozze, in quanto propiziatrice di matrimoni felici e speranza.

Lo smeraldo invece allontana le forze negative attraverso l’equilibrio e la pazienza, in una magica accezione dal valore spirituale.  Il rubino infine è la pietra della stabile discendenza basata su in intelligente fiducia, che conduce alla ambita fortuna in amore, lontana da ogni tristezza.

Nonostante queste siano le gemme più gettonate, alcune spose ricadono su scelte decisamente meno convenzionali, ma anche per questo originali e da una personalità differente. Parliamo dunque delle così dette le semi-preziose, come il turchese, simbolo di amicizia e successo nell’amore, l’ametista che attira energie positive, il granato che rappresenta la costante fedeltà, il topazio simbolo di schiettezza, la saggezza dello zircone e l’opale.

La scelta di Lace & Love

Fede con ambra lavorata. Foto da Pinterest

Chiamata anche l’oro del Baltico, l’ambra è la mia scelta che (nonostante venga chiamata in maniera impropria pietra, in quanto è una resina fossile) sa rapire col suo caldo colore screziato (dal giallo, all’arancio, al rosso, sino al verde, le cui sfumature sanno sposarsi benissimo anche col nuovo colore pantone 2021) e le sue forme mai regolari, guidate secondo il disordine ordinato della natura che accompagnano chi la porta in un trittico di saggezza, forza e calma.

Tesori di Sardegna

Sono certo che non è stata la prima volta quella in cui avete letto delle tipologie di gemma appena trattate, ma vi sareste mai immaginati/e che la nostra amata Isola (presso Sarroch) custodisce un minerale più raro e prezioso anche del diamante: una scoperta, quella effettuata nel 2013 dal ricercatore americano Robert Hazen, che potrebbe far discutere ma allo stesso tempo intrigare. Si Parla dunque dei cristalli di Nuragheite e di Icnusaite, che chissà se mai diventeranno conosciuti quanto i loro “parenti” più famosi, incastonati dai trilogy alle rivirere, dai pavè al solitario o meglio – perché no? – in alcune rivisitazioni di anelli della tradizione Sarda, dall’anello di fidanzamento di  Desulo / Orgosolo, alla Rosa di Cagliari.

Esemplare grezzo di Nuragheite. Foto da Google images

Di che gemma siete?

Abbiamo parlato della simbologia delle nostre gemme e della storia dei pegni d’amore che impreziosiscono, ma avete mai pensato ad una scelta del vostro anello di fidanzamento anche in base al segno zodiacale dedicato alla sua pietra?

Ecco dunque un pratico vademecum dello zodiaco delle pietre preziose:

Questo genere di visione può convincere come non, tuttavia è giusto fornirla per completezza dell’ipotetico beneficio che può infondere alla salute al rapporto di coppia.

Spero di aver catturato il vostro interesse, come mi piace pensare che abbiamo scoperto assieme nuove curiosità. Vorrei concludere con un consiglio valido per tutti: nessuna pietra preziosa o in ogni caso pegno d’amore è straordinario e ricco di significato come quello che volete e riceverete dalla persona che amate.

E voi quale preferite?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *